ADDIO

SONO TANTE LE IMMAGINI CHE POTEVAMO AGGIUNGERE A QUESTO VIDEO. DALLA TERZA EDIZIONE DI SOGNI E RISCATTO

ALLA GITA A CEFALU’,OPPURE LE IMMAGINI DI VIA D’AMELIO DI QUEST’ANNO DOVE ERAVAMO DUE GLI ENTI A PARTECIPARE NOI ED

UBUNTU. L’ ESPERIENZA CON GLI AMICI SARDI E CON I FRATELLI DELL’ACCADEMIA DEL CINEMA DI BARI CHE ABBIAMO TROVATO

NON ABBIAMO AGGIUNTO TUTTI QUESTI FOTOGRAMMI PERCHE’ NESSUNO DI NOI HA PIU’ LA FORZA. L’ASSOCIAZIONE RAGAZZI DI STRADA

CHIUDE PERCHE’ I SOCI FONDATORI ,TUTTI GIOVANI RAGAZZI LASCERANNO QUESTA TERRA. CHIUDE PERCHE’ E’ MEGLIO FINANZIARE

CENTO IDEE CHE UNA BUONA IN QUESTO PAESE. CHIUDE PERCHE’ NON E’ FIGLIA DI NESSUNA LOGICA DI ECONOMIA DROGATA NEL

SOCIALE. CHIUDE  PERCHE’ LA MACCHINA DEL FANGO,COME DICE ROBERTO SAVIANO,HA FATTO CENTRO. CHIUDE

PERCHEì E’ UNA VERA ASSOCIAZIONE,FATTA DI RAGAZZI E RAGAZZE CHE VIVONO D’ALTRO. CHIUDE PERCHE’ NON FA ANTIMAFIA DA

SOUVENIR. CHIUDE PERCHE’ EVIDENTEMENTE NON ERA IMPORTANTE PER IL QUARTIERE. CHIUDE PERCHE’ NON PORTA VOTI A NESSUNO. CHIUDE

PERCHE’ NON E’ UN ASSOCIAZIONE CATTOLICA. CHIUDE PERCHE’ LA FINZIONE E’ LA REALTA’  E  CIO’ CHE E’ REALE VIENE VISTO COME FINTO IN QUESTO

PAESE. …….. NON STAREMO A FARE UN ELENCO STERILE DI RISULTATI RAGGIUNTI,PERCHE’ CHI FA ELENCHI DI SOLITO NON FA NULLA. VENITE IN

QUARTIERE A CHIEDERE CHI SIAMO E COSA ABBIAMO FATTO SARA’ LA GENTE A RISPONDERVI , BENE O MALE ,MA COMUNQUE TUTTI SANNO CHI SIAMO.

QUALCUNO DI NOI IN QUESTI GIORNI HA SCRITTO: “PUOI TOGLIERE UN UOMO DALLO ZEN NON LO ZEN DA UN UOMO”

PROVEREMO A METTERE ONLINE IL CORTOMETRAGGIO IN QUESTI GIORNI. SPERIAMO CHE I SOLDI SULLO ZEN VENGONO SPESI E CHIUNQUE NON LO

FACESSE CHE SI VERGOGNI PERCHE’ TOGLIE QUALCOSA CHE E’ PER I RAGAZZI DELLO ZEN.

BUONA FORTUNA ZEN

(PS SI CHIAMA ZEN SOLO ZEN SMETTETELA DI SCRIVERE SAN FILIPPO NERI E’ DA IMBECILLI PENSARE CHE CAMBIARE IL NOME ERA UTILE PER GLI ABITANTI E’ STATO UTILE SOLO AI POLITICI)

 

 

ADDIOultima modifica: 2011-01-20T11:13:09+00:00da ragazzidistrada
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “ADDIO

  1. questa è l’Italia di merda!!! Dove le cose buone e utili sono destinate a finire…dove i volontari vengono presi per pazzi che non hanno nulla da fare….
    Conosco alcuni di voi e so che ci avete sempre messo il cuore…e m dispiace molto che possa finire!!! se avete bisogno d’aiuto per manifestazioni e quant’altro…potete contare su di me!!

  2. E’ vero togli un Uomo dallo ZEN ma non si toglierà mai lo ZEN da quell’Uomo, nel bene o nel male, ho passato la mia gioventù a combattere per lo ZEN e contro lo ZEN; non mi sono mai vergognato di essere dello ZEN lo ZEN mi ha fatto diventare quello che sono e ne sono FIERO ho studiato con sacrificio e sono andato via.
    Come tanti sono stato costretto ad andare Via e solo quando si è via si apprezza in pieno quello che si lascia. Mi trovo al nord dove la mia gente viene offesa da persone che non sanno neanche di che parlano nominano la mafia senza sapere neanche come si scrive loro non possono sapere che c’è un tempo per calare la testa pronti a non piegarsi quando è il momento (chi ha figli capisce) Nessuno di Noi vuole la mafia o vivere nella mediocrità l’importante è lottare per migliorare e dimostrare a Noi e non a loro la nostra Dignità.
    Proprio un paio di giorni fa mi è stato urlato contro che il sud deve morire tutto che è la piaga dell’italia la causa dei soldi rubati al nord…… “DEVONO MORIRE TUTTI”…. detto con una cattiveria e un ignoranza inimmaginabile Praticamente io ho la mia famiglia natale giù mia moglie è del sud io sono del sud mia figlia è del sud i ragazzi a cui mi sono dedicato per anni e li ho visto crescere sono del sud… detto da una persona che non ha mai visto il sud se non come turista di un paio di giorni non ha nessun problema economico e a cui nessuno del sud gli ha mai fatto qualcosa e si reputa di essere il più onesto e che fa il suo dovere come nessun altro e fa il suo lavoro per salvare le vite della gente c’è di peggio che reputavo un amico e fidato collega……… a parte ad avergli urlato contro e dato dello stronzo ignorante avevo due cose da fare…. ma ho preferito piangere per la mia terra… non preoccupatevi Noi ci teniamo la nostra Mafia ma Voi vi tenete la vostra……
    E’ più facile combattere contro un malavitoso che discutere con sta gente egoista razzista che difende la sua terra del nord offendendo I GIOVANI CHE PER ESEMPIO LASCIANO LO ZEN dove hanno lottato studiato e lavorato e soprattutto difeso la LEGALITA’!!!

  3. scrivo qui, perchè mi è doveroso farlo. ma ti scrivero anche in privato e ne parleremo presto anche dal vivo spero. Questa notizia ahimè l’aspettavo da tempo… era scontato che mancando le risorse economiche in primis e col tempo le risorse umane questo doveva essere il triste epilogo. E’ nella natura tutta via, nel corso naturale delle cose che tutto ha un inizio e tutto ha una fine. questa associazione nacque dalla nostra nonchè soprattutto dalla tua caro Dario voglia di trasformare quel luogo in realtà associativa pura. io sono stato uno dei primi a lasciare questa esperienza, per impegni personali e lavorativi ma ho guardato con apprezzamento ogni vostro sforzo ogni vostra iniziativa. Siamo e siete stati grandi. molti ne sono certo continueranno a ricordare quel posto, quella saracinesca strana con quel cavallo…(storia lunga). è vero questa terra x forza di cose la si lascia e si va tutti via. è difficile trovare degli eredi perchè lì..a Ragazzi di Strada non ci sono giri di soldi. non c’è sgubbo! con questa mia,,,, ti faccio i miei auguri personali cmq per il futuro, li faccio ai vecchi, a quelli che erano i nuovi e li faccio a quel posto…li faccio allo ZEN, perchè come hai precisato siamo tutti figli dello ZEN….

    con affetto
    Salvo

  4. Compare Grazie bel commento ci vediamo dove sai tu.
    Ancora Grazie…
    PS tra dieci anni tranquillo che uno di quelli che mi sono accollato e che per adesso ne ha dieci farà un nuovo soggetto sempre autonomo e indipendente.
    Sopratutto fatto da giovani del quartiere

  5. Litigo in famiglia perchè ritengono che i rischi che corro è l’impegno profuso non siano meritati dai palermitani. Momenti di scoramento mi hanno preso quando per otto volte le attività del nucleo di piazza tavola tonda e la radio hanno subito intimidazioni o atti vandalici. La domanda che mi sono posto, fai l’asilo per loro, l’ambulatorio gratuito per loro, la scuola per fargli prendere uno straccio di licenza media, allora perchè ci scassano e ci rubano le cose? Ti viene voglia di mandare tutti a fan culo, ma passa immediatamente dopo. La risposta è complessa e risiede nella radicata cultura mafiosa all’illegalità. E’ il motivo per cui non dobbiamo mollare, spero perciò che anche voi come noi superiate questo momento. Comunque vada, vi invito ad una collaborazione stabile con radio 100 passi. Danilo

  6. Potrei elencare e ripercorrere ogni singolo centimetro di quei 20 metri quadrati che, indipendemente da tutto e tutti, hanno reso un po’ migliori le nostre vite.
    Ricordo le pizze mangiate in fretta e furia durante l’organizzazione delle iniziative, la delusione per l’esito della manifestazione contro la guerra(quella dei F-Malecroix per intenderci), le manifestazioni a Roma e Bari, le risate, le lacrime e le soddisfazioni di una vita passata sempre e comunque sulla cresta dell’onda.
    Ringrazio chi ci ha amato, chi ci ha difeso e chi ci ha sostenuto sempre, senza chiedere nulla in cambio.
    Ringrazio anche chi ci ha sempre remato contro, la politica lontana dai bisogni, le istituzioni assenti ingiustificate perchè è anche grazie a loro che siamo nati…ed è sempre grazie a loro che moriamo.

  7. Bravo,in questo blog manca quel pezzo di associazione…
    quello che neppure la stampa conosce…quello anarchico disorganizzato,sganciato da tutto….e quello prima ancora dell’impegno politico…Bisogna trovare tutto quello che abbiamo su quel periodo…. e magari ritrovare anche la voglia di quel periodo ovunque saremo

  8. E’ veramente una notizia triste quella che sto adesso apprendendo dai vostri commenti e non posso fare a meno di provare un pò di amarezza e, se pur vi sembrerà strano, un profondo senso di vuoto……sì, proprio vuoto, perchè sappiate tutti che se anche fisicamente io non ci sono più stata, la mia testa, per quanto ciò possa servire, è sempre stata lì con voi perchè nel bene e nel male anch’io per lungo tempo mi sono realmente sentita, e fiera di esserlo, un’abitante dello zen, ed ancora oggi a distanza di anni posso assolutamente affermare che un pezzo del mio cuore sarà sempre lì, dietro quella saracinesca rossa, dentro le mura di quella sede, prima sezione della sg, poi associazione, in quei locali che con le nostre mani abbiamo trasformato, pulito, amato e odiato….belle serate passate insieme lì, tutti insieme, a guardare Santoro o ad aspettare i risultati elettorali, a mangiare una pizza e parlar di politica o di niente…..a progettare una forma diversa di impregno…..a litigare!
    Ricordo con nitidezza ogni cosa…..le manifestazioni a Bari e Roma e quei lunghi viaggi in pulman che ci siamo fatti, Seby che per l’occasione ha sequestrato il megafono e per 16 ore abbiamo dovuto sorbircelo a forza, quelle belle giornate passate a Portella della Ginestra, le nottate ad attaccare manifesti……la disfatta degli F-malacroix e di quella iniziativa contro la guerra, orribile serata…..ma fantastica perchè non ci siamo scoraggiati neanche per un istante; la raccolta dei libri scolastici in giro per le scuole di Palermo per la neonata associazione Ragazzi di strada e le relative “giornate del bambino”…….i migliaia di palloncini colorati che abbiamo gonfiato a bocca per decorare il marciapiede, gli irriverenti volantini che sempre diversi distribuivamo, tanto per romepere le scatole, alla Festa dell’Unità……..i gazebo della Festa dell’unità dove vendevamo vino e informavamo la gente sulle nostre attività……lo speakeraggio con Di Maio in macchina per tutto il qurtire e oltre…….tutte le volte in cui facevamo capatina all’Asseblea regionale per farci aiutare…..
    Potrei continuare ancora per molto….ma sono tutte cose che chi ha vissuto sicuramente ricorderà.
    Per tutto il resto comprendo l’impossibilità di andare avanti senza alcuna prospettiva e capisco l’amarezza nella decisione di voler andare lontano dalla nostra terra…..sicuramente le basi gettate con tanta fatica e tanto impegno non andranno perse e prima o poi il lavoro svolto verrà ripreso e portato avanti da qualche altro gruppo di giovani desiderosi di cambiare il mondo….non credo debba essere vissuto come un fallimento personale, le motivazione sono esterne a voi, ma sono certa che la nostra esperienza, nostra perchè in parte la sento anche mia, ce la porteremo sempre dietro raccontandola a chiunque la voglia sentire….e comunque magari fra 20 anni vi ritroverte o ci ritroveremo di nuovo tutti insieme per la stessa battaglia!
    in bocca la lupo a tutti voi

  9. E’ veramente una notizia triste quella che sto adesso apprendendo dai vostri commenti e non posso fare a meno di provare un pò di amarezza e, se pur vi sembrerà strano, un profondo senso di vuoto……sì, proprio vuoto, perchè sappiate tutti che se anche fisicamente io non ci sono più stata, la mia testa, per quanto ciò possa servire, è sempre stata lì con voi perchè nel bene e nel male anch’io per lungo tempo mi sono realmente sentita, e fiera di esserlo, un’abitante dello zen, ed ancora oggi a distanza di anni posso assolutamente affermare che un pezzo del mio cuore sarà sempre lì, dietro quella saracinesca rossa, dentro le mura di quella sede, prima sezione della sg, poi associazione, in quei locali che con le nostre mani abbiamo trasformato, pulito, amato e odiato….belle serate passate insieme lì, tutti insieme, a guardare Santoro o ad aspettare i risultati elettorali, a mangiare una pizza e parlar di politica o di niente…..a progettare una forma diversa di impregno…..a litigare!Ricordo con nitidezza ogni cosa…..le manifestazioni a Bari e Roma e quei lunghi viaggi in pulman che ci siamo fatti, Seby che per l’occasione ha sequestrato il megafono e per 16 ore abbiamo dovuto sorbircelo a forza, quelle belle giornate passate a Portella della Ginestra, le nottate ad attaccare manifesti……la disfatta degli F-malacroix e di quella iniziativa contro la guerra, orribile serata…..ma fantastica perchè non ci siamo scoraggiati neanche per un istante; la raccolta dei libri scolastici in giro per le scuole di Palermo per la neonata associazione Ragazzi di strada e le relative “giornate del bambino”…….i migliaia di palloncini colorati che abbiamo gonfiato a bocca per decorare il marciapiede, gli irriverenti volantini che sempre diversi distribuivamo, tanto per romepere le scatole, alla Festa dell’Unità……..i gazebo della Festa dell’unità dove vendevamo vino e informavamo la gente sulle nostre attività……lo speakeraggio con Di Maio in macchina per tutto il qurtire e oltre…….tutte le volte in cui facevamo capatina all’Asseblea regionale per farci aiutare…..Potrei continuare ancora per molto….ma sono tutte cose che chi ha vissuto sicuramente ricorderà.Per tutto il resto comprendo l’impossibilità di andare avanti senza alcuna prospettiva e capisco l’amarezza nella decisione di voler andare lontano dalla nostra terra…..sicuramente le basi gettate con tanta fatica e tanto impegno non andranno perse e prima o poi il lavoro svolto verrà ripreso e portato avanti da qualche altro gruppo di giovani desiderosi di cambiare il mondo….non credo debba essere vissuto come un fallimento personale, le motivazione sono esterne a voi, ma sono certa che la nostra esperienza, nostra perchè in parte la sento anche mia, ce la porteremo sempre dietro raccontandola a chiunque la voglia sentire….e comunque magari fra 20 anni vi ritroverte o ci ritroveremo di nuovo tutti insieme per la stessa battaglia!in bocca la lupo a tutti voi
    Copia il codice di sicurezza

Lascia un commento